Quali insight ci sono dietro alla passione per il nostro oroscopo

Avevamo già toccato il tema astrologia tempo fa: leggere o ascoltare il proprio oroscopo, soprattutto in questo periodo di fine anno, è irresistibile, anche solo come rito scaramantico. Ma perché soprattutto la generazione dei Millennial utilizza una pratica tanto antica, seppur ridotta a un trafiletto online o a un paio di minuti di Paolo Fox in tv? Proviamo ad approfondire.

Come avevamo già visto, l’impennata di popolarità dell’astrologia è senza precedenti, diventando un metodo per comprendere le proprie relazioni e situazioni, e per aumentare la consapevolezza di sé. L’astrologia affonda le sue radici in Mesopotamia, nel 2.500 a.C. e si è evoluta nel corso di eoni fino ai giorni nostri. Anche se la sua reputazione è scesa dopo gli anni ’80, i social media l’hanno riportata decisamente in auge, anche in chiave scherzosa.

Gli account pieni di meme su Instagram – come Trashbag Astrology – raccontano scherzosamente i tratti più comici della personalità di ciascun segno, mentre gli Astro Poets twittano brevi oroscopi poetici ai loro 555.000 follower. Nel frattempo, le pagine più tradizionali dell’oroscopo su siti come Astro o Astrology Zone di Susan Miller hanno visto aumentare il traffico in modo esponenziale. Secondo Stella Bugbee, presidente e caporedattore di The Cut, un qualsiasi post sull’oroscopo sul sito ha ottenuto il 150% di traffico in più di anno in anno.

Julie Beck, nel suo pezzo per The Atlantic, indica i fattori di stress come motivazione principale che porta la Generazione Y a guardare le stelle. Ad esempio, fa riferimento allo psicologo Graham Tyson, che ha scoperto come le persone che consultano gli astrologi lo facciano in risposta a fattori di stress nella loro vita “legati ai ruoli sociali dell’individuo e alle sue relazioni”. Anche lo sconvolgimento politico ed economico può essere una leva di coinvolgimento.

Una cosa va specificata: non significa che la Generazione Y sia un gruppo di creduloni: semplicemente, in condizioni di forte stress, si è più disposti a prendere in considerazione altre fonti di sicurezza che in condizioni normali non si userebbero.

Per molte persone, una lettura dell’oroscopo è un modo di inquadrare situazioni e sfide che potrebbero incontrare – per avere un’occasione di riflessione in più e vedere un problema con occhi nuovi, con una nuova prospettiva sulla vita. Questo desiderio di affrontare attivamente le sfide personali sta alimentando allo stesso modo l’ascesa dell’industria del life coaching, attualmente valutata a 2,4 miliardi di dollari a livello globale.

Il tema più ricorrente quando si parla di consultazione astrologica, non sorprende, è l’amore – in tutte le sue declinazioni, compatibilità, sesso e relazioni. Alcune piattaforme stanno già sfruttando questo filone all’interno dello spazio dedicato all’astrologia. L’app di incontri basata sulla posizione Bumble ha notato il fenomeno dell’astrologia alla fine del 2018 introducendo una funzione di astrologia che consente agli utenti di filtrare i segni zodiacali per evitare incompatibilità. Allo stesso tempo, Tinder ha anche introdotto il blog Swipe Life e una newsletter di aggiornamenti e suggerimenti sul tuo stile di incontri e compatibilità in base al segno.

Co-Star, invece, è un’app di astrologia basata sull’intelligenza artificiale che richiede l’ora di nascita, la data e la posizione per calibrare la carta natale, che può essere condivisa con gli altri per monitorare la compatibilità. Utilizzando la tecnologia della NASA, Co-Star fonisce letture personalizzate anche sulla vita lavorativa. Allo stesso modo, Sanctuaryapp offre alle persone un’esperienza più sociale dell’astrologia, con sessioni di chat dal vivo con astrologi esperti, per coloro che vogliono concedersi una lettura più dettagliata e approfondita.

via costarastrology.com

L’astrologia contemporanea si inserisce in un panorama più ampio di benessere guidato dalla tecnologia, che ha visto il suo picco nella terapia via app con gli aiuti per la meditazione. La generazione Y è nata durante la rivoluzione del personal computer. E poiché i computer e l’astrologia hanno una relazione naturale – cioè i computer rendono accessibili le posizioni planetarie e gli oroscopi in un modo immediato e senza precedenti – non sorprende che questa generazione sia più informata astrologicamente rispetto alle generazioni precedenti. Inoltre, la conoscenza dei segni fornisce un potente vocabolario per catturare non solo la personalità e il temperamento, ma anche per verbalizzare le proprie esperienze umane.

Consumo etico, cura di sé e benessere con un vantaggio spirituale fanno tutti parte di un’ondata di ritorno più ampia e significativa di consumo New Age. Che si tratti delle lezioni di spinning spirituali di SoulCycle o di Tippi Hedren come indovina ingioiellata nella campagna di orologi Gucci del 2018. Anche brand di abbonamenti mensili, come Enchanted Crystals e Goddess Provision, hanno attinto a questi sentimenti offrendo una varietà di prodotti spirituali che si concentrano su idee di serenità e star bene.

* * *

Alice Avallone (Asti, 1984) coordina il College Digital Storytelling della Scuola Holden, dove insegna e fa ricerca con l’etnografia digitale. Da anni, infatti, unisce scienze sociali e ricerca in Rete per comprendere le relazioni umane online: codici, comportamenti, linguaggi. In passato ha scritto una guida di viaggio con la rivista Nuok (Bur), il manuale Strategia Digitale (Apogeo), e ha curato il libro Come diventare scrittore di viaggio (Lonely Planet). Per Franco Cesati Editore ha pubblicato il saggio People Watching in Rete. Ricercare, osservare, descrivere con l’etnografia digitale e il manuale di scrittura per il turismo Immaginari per viaggiatori.