I bambini della Generazione Alpha e la gestione dei soldi

Man mano che in Europa si fa a meno dei contanti in favore delle carte, anche i genitori stanno esplorando come insegnare ai propri figli l’alfabetizzazione finanziaria e la spesa intelligente nell’era digitale. E infatti, app come GoHenry ne sono la prova più lampante, app che consentono a genitori e figli di lavorare insieme per tenere traccia degli acquisti, fissare obiettivi di risparmio e, soprattutto, consentire ai bambini di gestire i propri soldi.

Secondo GoHenry, l’anno scorso nel Regno Unito la Generazione Z e Alpha ha perso circa 3,9 miliardi di sterline. Non sorprende, quindi, che una serie di aziende stiano cogliendo l’opportunità di aiutare questi giovanissimi. Fin dalla sua istituzione nel 2012, l’app ha ottenuto riconoscimenti per il suo uso innovativo della tecnologia; e oggi la società conta oltre mezzo milione di clienti nel Regno Unito e negli Stati Uniti. Finanziato e fondato da genitori, nel 2016 l’azienda ha raccolto quasi 4 milioni di sterline su Crowdcube con denaro proveniente da 2.300 investitori, di cui oltre la metà sono già clienti. Un case study davvero interessante.

da www.facebook.com/gohenry

Qual è il meccanismo? L’azienda funziona dando ai bambini autonomia sui loro soldi. Con una semplice configurazione online, i bambini ricevono carte di debito personalizzate e i genitori aggiungono paghette sulla carta dal proprio conto bancario collegato. I bambini possono guadagnare paghette facendo faccende e imparano anche a risparmiare attraverso l’app stessa. Le impostazioni dell’account consentono ai genitori di impostare limiti di spesa, nonché dove e come utilizzare la carta.

La maggior parte dei nuovi genitori ha raggiunto la maggiore età durante la recessione, e oggi sono desiderosi di aiutare i loro figli a diventare finanziariamente istruiti e mitigare lo stress della gestione del denaro che loro stessi hanno vissuto. I genitori, dunque, si stanno rivolgendo alla tecnologia anche per far apprendere nuove competenze ai più piccoli. Il numero di app finanziarie destinate ai bambini è in crescita, con realtà come RoosterMoneyGreenlight e Osper. Gli studi indicano che gli Alpha stanno già mostrando approcci finanziari che potrebbero modellare l’economia futura, essendo nativi di un’epoca con un uso minore di contanti. Tra l’altro, i dati raccolti stanno generando approfondimenti che contribuiscono a una maggiore comprensione delle loro abitudini di spesacome riportato qui.

da www.facebook.com/gohenry

Con questa app gli Alpha stanno comprendendo il valore del denaro con quattro pilastri chiave della gestione del denaro: guadagnare, risparmiare, spendere e donare. I report suggeriscono che strumenti come le carte di GoHenry possono davvero aiutare a educare i bambini e facilitarli nelle sane abitudini di spesa. Questi strumenti sono un rinforzo positivo all’autostima e all’indipendenza.

* * *

Alice Avallone (Asti, 1984) coordina il College Digital Storytelling della Scuola Holden, dove insegna e fa ricerca con l’etnografia digitale. Da anni, infatti, unisce scienze sociali e ricerca in Rete per comprendere le relazioni umane online: codici, comportamenti, linguaggi. In passato ha scritto una guida di viaggio con la rivista Nuok (Bur), il manuale Strategia Digitale (Apogeo), e ha curato il libro Come diventare scrittore di viaggio (Lonely Planet). Per Franco Cesati Editore ha pubblicato il saggio People Watching in Rete. Ricercare, osservare, descrivere con l’etnografia digitale e il manuale di scrittura per il turismo Immaginari per viaggiatori.